Home / SPORT / L’Avellino Rugby chiude il torneo con una sconfitta
bt.av_

L’Avellino Rugby chiude il torneo con una sconfitta

E’ terminata con la dodicesima sconfitta su quattordici gare disputate, il campionato dell’Avellino Rugby, iscritto con la propria denominazione, dopo quattro anni di franchigia Due Principati. Come da pronostico i lupi verdi dell’Irpinia cadono al Sant’Anna di Battipaglia, contro la formazione di casa, leader del torneo, con un secco 91-10. Quindici mete subite, dieci nel primo tempo e cinque nella ripresa, solo due realizzate entrambe dal promettente Maccaronio. Troppa la differenza tra i due XV visti in campo, i padroni di casa, primi in classifica, nonostante abbiano meritatamente vinto il campionato, purtroppo saranno costretti a rimanere ancora in serie C2, in quanto non sono riusciti a mettere in campo nessuna categoria juniores. In serie C1 andranno i molisani degli Hammers Campobasso, secondi classificati, in regola con le attività giovanili. Dalla serie C1 retrocede il Rugby Vesuvio, escluso dal torneo per non aver presentato per tre volte la squadra con almeno quindici unità in campo. Il cammino dell’Avellino Rugby di certo non è stato esaltante e non era di certo facile ricominciare dopo i quattro anni di franchigia insieme al Rugby Salerno; la mancata iscrizione dei Due Principati è arrivata a poco più di un mese dall’inizio del torneo, quindi in poco tempo formare una squadra competitiva in ogni reparto non è stato di certo un compito agevole. La forza d’animo del Presidente Roca che insieme allo zoccolo duro dell’Avellino Rugby, parliamo di mister Mernone, Caliano, Pericolo, Console e Romeo, ha recitato la parte del leone, iniziando a reclutare giovani e vecchi tesserati, dai veterani Console, Capasso, Balsamo, De Luca ad atleti che in passato avevano indossato la casacca biancoverde, agli ex Wolves e persino un gambiano ed un peruviano. Tutto questo, senza l’aiuto dei Tauri, società nata lo scorso anno in Alta Irpinia grazie alla volontà dei ragazzi di Bisaccia, Teora, Calitri, Sant’Angelo dei Lombardi, Caposele, non sarebbe di certo bastato; la volontà di questi giovani atleti, alla loro prima partecipazione ad un torneo dilettantistico è stata fondamentale per permettere l’iscrizione degli irpini. Il campionato è stato sicuramente avaro di soddisfazioni, ma se vedessimo il bicchiere mezzo pieno, le due vittorie ottenute contro i Draghi Telese, i tanti giovani debuttanti schierati lasciano ben sperare per una programmazione molto più dettatagliata per la prossima stagione. Il rompete le righe non è stato ancora diramato, il sodalizio caro al Presidente Roca sta valutando se aderire alla V edizione della Coppa Campania Seven, prima tappa prevista per il 12 Maggio, poi nel programma ci saranno gli Sport Days e la tradizionale festa per celebrare il diciassettesimo anno della società.