Home / ATTUALITA' / I detenuti di Sant’Angelo dei Lombardi sul palco fra canti e poesie
carcere ariano

I detenuti di Sant’Angelo dei Lombardi sul palco fra canti e poesie

“Innocenti evasioni”. E’ questo lo spettacolo organizzato dai detenuti della Casa di reclusione di Sant’Angelo dei Lombardi che ieri hanno preso parte alla Manifestazione ludico-ricreativa.

Esibizioni con momenti di lettura di poesie e canori. Presenti 70 detenuti e alcuni parenti che hanno assistito alla rappresentazione dei propri familiari.

Un evento voluto e promosso da Samuele Ciambriello, Garante Campano delle persone private della loro libertà personale, che evidenzia l’importanza di questi momenti di condivisione e aggregazione sostenendo che «la musica ha una funzione educativa, una funzione terapeutica che ci rende solidali e aiuta a risollevarci dalle difficoltà e problematiche quotidiane. Questi sono momenti di notevole importanza perché incitano alla socializzazione, maturano le emozioni e sono terapeutici.

Infatti li ritengo fondamentali perché musicoterapici. Per lo stesso motivo ho promosso altre iniziative analoghe, un concerto presso il carcere di Benevento l’11 Dicembre e un altro è stata programmata per il 13 dicembre nel carcere di Salerno».
Erano, inoltre, presenti alla manifestazione il Direttore della Casa di reclusione Paolo Pastena, il Comandante Giovanni Salvati e l’ispettrice Pasqualina Solito. Ospite d’onore il cantante Maurizio.